Sconfitte e amari déjà vu

Un bacio sulla nuca a labbra serrate a te, amico mio tenerissimo, e una sentita carezzina vagamente in rigor mortis. Carinerie che avendo appena mangiato sei mini cordon bleu (dove mini è inteso dimensione palmo di mano) e cominciando a sentirne gli effetti sul mio corpo, potrebbero essere tranquillamente le ultime. E già ti vedo,... Continue Reading →

Reginetta Inutilità

Aveva proprio ragione Gandhi quando diceva che meno fai e meno faresti. E infatti, amico piacente, questi ultimi giorni sono stati una bella nuotata nel mare dell’indolenza (Dante, la prego, esca da questo magnifico corpo) e delle occupazioni inutili. E dopo 15 giorni di occhi semichiusi e dormiveglia di 24 ore sono pronta a scommettere... Continue Reading →

Nata per vincere

Un buffetto pixelato a te, amico mio che dopo un mese di quarantena ha già setacciato tutti gli angoli della tua anima e hai sicuramente scoperto cose terrificanti. Ci siamo lasciati che cercavo di combattere le norme igieniche attirando piccioni sul balcone di casa incurante dell’aviaria e delle denunce per idiozia aggravata. Dopo questo picco... Continue Reading →

Mangia a nonna

Affiatati saluti a te e un bacio metaforico, amico agli sgoccioli con le scorte di vitamina D. Da quando sono in quarantena anche io, mi sono per la prima volta resa conto della abissale differenza tra uscire poco perché antipatica e uscire poco per forza maggiore. Insomma, chi l’avrebbe mai detto che un divieto legalizzato... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑