Nata per vincere

Un buffetto pixelato a te, amico mio che dopo un mese di quarantena ha già setacciato tutti gli angoli della tua anima e hai sicuramente scoperto cose terrificanti. Ci siamo lasciati che cercavo di combattere le norme igieniche attirando piccioni sul balcone di casa incurante dell’aviaria e delle denunce per idiozia aggravata. Dopo questo picco... Continue Reading →

Mangia a nonna

Affiatati saluti a te e un bacio metaforico, amico agli sgoccioli con le scorte di vitamina D. Da quando sono in quarantena anche io, mi sono per la prima volta resa conto della abissale differenza tra uscire poco perché antipatica e uscire poco per forza maggiore. Insomma, chi l’avrebbe mai detto che un divieto legalizzato... Continue Reading →

5 motivi che ti spiegano per filo e per segno il perché devi assolutamente visitare almeno un mercatino di natale nella vita per capire cosa sia la vera felicità

Ci sono veramente tante cose al mondo che mi riempiono il cuore di gioia, come queste Pringles gusto classico che ho sotto i denti proprio in questo momento. Ma se dovessi scegliere solo una cosa da portare con me, una volta abbandonata la vita terrena e traghettata all’inferno, non esiterei a rispondere “I mercatini di... Continue Reading →

12 mesi di noi

Ciao a te, amico mio, che già solo aprendo questo post meriteresti un’energica pacca sulla spalla. Se te lo stessi chiedendo, ebbene sì, sono di nuovo io, la tua globetrotter tratta Dresda - Gassino Torinese preferita, oggi nelle vesti di danzatrice a luci rosse con un paio di vertebre in meno Ma prima di accingermi... Continue Reading →

La rivincita dei belli dentro

Quando hai 24 anni sulla carta ma dentro te ne senti il doppio capita di iscriversi ad un corso di salsa per coppie. È una sensazione strana quella di darsi alle danze caraibiche quando si è completamente privi di senso del ritmo e si ha la scioltezza di un baccalà, ma è comunque un sentimento... Continue Reading →

Aggiornamenti domenicali

Dopo un weekend a Barcellona la shakira che è in me (purtroppo solo spiritualmente e non di sex appeal) ha decretato che presto o tardi dovrò migrare in un posto che preveda palme e spiaggia. Certo, magari prima di ubicarmi in territorio spagnolo potrei cercarmi due vocaboli sul dizionario giusto per smetterla di ordinare paninos... Continue Reading →

Io e Skruvsta

E anche questa domenica è passata come al solito all’insegna del vegetare in tutte le posizioni possibili e immaginabili e delle calorie assunte a sproposito. Tra l’altro (storia buffissima) proprio sabato scorso io e il mio lui avevamo fatto un giuramento di sangue secondo cui ogni fine settimana saremmo dovuti andare a correre...che dolci (che... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑