Chi mi ama mi segua (per favore)

Quando nasci e cresci a pane e Hanna Montana The Movie, arrivi a un certo punto della vita che sti stupisci quando intonando un do minore per strada nessuno decida di coreografarti alle spalle.

Un’amara verità che su due piedi potrebbe sembrare l’ennesimo vaneggiamento inutile di chi non piccona diamanti in miniera ma che, nel 2021 quando i profili degli animali domestici raccolgono più consensi del tuo, fa pensare.

Tutto questo arrovellarsi di pochi mm di materia grigia che mi parcheggiano in fronte (per l’ubicazione esatta chiedi al tuo medico di fiducia) perché da un po’ rifletto sull’aprirmi una partita Iva e diventare una freelance.

Per farlo però senza farmi pignorare anche i sentimenti, oltre alle competenze mi servirebbero n po’ di clienti e per partire da 0 e trovare qualcuno che non solo si fidi del tuo operato ma lo faccia anche per danaro come minimo dovrei essere in grado di non farmi prendere a pesci in faccia dal mio gatto, cosa che però lui fa e con una certa verve.

E comunque dopo manciate di minuti particolarmente intensi sono arrivata alla conclusione che l’ingrediente fondamentale sia il carisma.

Ma carismatici si nasce o si diventa? (*ovazioni per lo spessore filosofico della domanda*)

Io non so te, dolcissimo amico, se sei un sobillatore di masse ma in ogni caso voltati che probabilmente sto dietro di te e aspetto che mi indichi la via maestra.

Che poi non avere alcun ascendente sul resto dell’umanità, accompagnata dall’incapacità di prendere decisioni, un poco di ansia da prestazione e un tot di lassismo, ha anche i suoi vantaggi. Per esempio sono abbastanza certa che nessuno mi metterà mai a capo di una nazione e la cosa non mi fa di certo lacrimare. Sono tra l’altro sicura che nessuno mi rapirà mai per chiedere un riscatto rischiando di dovermi tenere nelle sue segrete per anni (e io faccio diversi pasti al giorno quindi sarebbe una bella spesa tenermi in vita).

Che poi è tutta questione di coraggio, buttarsi, vedere come va. Ma anche il coraggio non è propriamente nel mio collier di qualità.

Pensa che quando ero più piccola per paura di lasciare il sapone nelle stoviglie (ero convinta che il detersivo potesse uccidere) mentre le lavavo bevevo da ciascuna e ogni due piatti fondi rischiavo di pisciarmi addosso. Un quadretto pietoso per farti capire che di certo non sono un cuor di leone.

Tornando ai miei piani di gloria, per fortuna sono una bravissima procrastinatrice quindi mi sono concessa il tempo per pensarci mentre come al solito occupo le cervella in attività terziarie tra cui vendere chincaglierie per corpo, seguire corsi di disegno trovati a poche rupie su internet e un altro tot di cosucce che acciglierebbero Margherita Hack.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: