Inguaribile ottimismo

Ed eccoci di nuovo qui, mio dolcissimo lettore, chiusi tra le mura domestiche con nient’altro se non la speranza che il nostro vicino di casa non dimentichi per sbaglio il gas aperto (pensierino che se abitassi di fianco alla mia porta forse mi farei).

Ma non deprimiamoci pensando ai bei tempi in cui se starnutivi sul pullman suscitavi tenerezza nelle neomamme o quando l’outfit di Myss Keta era solo una simpatica trovata pubblicitaria.

Io per esempio rimango positiva e come sempre cerco di vedere il bello nelle piccole cose.

Se sei un mio parente o amico stretto probabilmente mi avrei sentito dire frasi della serie “giuro che mi ammazzo” oppure “la mia vita è un brutto incubo” … ma che cosa sono poche locuzioni dal significato forte contro il sorriso tirato che sto indossando ora per scrivere questo articolo pieno di ottimismo?

E quindi tutto a babordo verso la fine di questo 2020, emozionante come una sparatoria in un asilo nido e vagamente frustrante come quella volta che un autista flixbus non capendo come leggere il mio nome mi ha chiamata Margarina Moli.

Tra le piccole cose belle sopracitate va sicuramente nominata la fortuna di non dovermi esporre al pubblico proprio ora che la cheratina che mi sono schiaffata in testa due mesi fa inizia a farmi cadere il parrucchino a ciuffi. Una simpatica coincidenza, soprattutto contando che ho pagato tutto il trattamento lisciante 12 euro e, quindi, proprio non capisco cosa sia andato storto.

Altra piccola chicca di questa nuova quarantena, è l’introduzione degli allenamenti di shuffle proprio nel cortile condominiale. Un’operazione che mi sta facendo perdere la faccia in tutto il vicinato (faccia che non essendo quella di Bella Hadid può essere tranquillamente smarrita) e che mi ha privato del saluto di tutta la palazzina.

Un ennesimo punto a favore della libertà vigilata va all’aver trovato il pandoro al supermercato, evento che a novembre e soprattutto in Germania è paragonabile solo all’apparizione della Madonna a Lourdes. Se a fine reclusione dovrò contattare la troupe di “Vite al limite” per tornare a camminare, quello è un altro paio di maniche.

Sicuramente un altro grande vantaggio di non vedere la luce del sole, se non in poche squallide occasioni, è anche il poter stupire il proprio partner semplicemente uscendo dal pigiama come una biscia durante la muta e indossando un paio di jeans e una maglietta senza macchie di sugo.

Penso, per esempio, a un paio di giorni fa, quando il mio lover, abituato a vedermi conciata come un brutto cosplay di Mr.Robot, appena mi ha vista vestita come chi ha a cuore l’integrazione nella società, ha esclamato “wow sei bellissima! Sembra tu stia andando all’opera”.

Che caro giovane …

Certo, un evento più mondano come i Coachella o una nottata all’ Ushuaia forse mi avrebbe fatto pesare meno la mia inesorabile scalata verso i 30, ma considerando che in Germania, vista la rarità, “complimento” è anche il nome di categoria di pornhub, non sono stata a disquisire e ho incassato a mani basse.

C’è anche da dire che aver completato il look con una pelliccia finta come i sorrisi che si fanno agli sconosciuti, non ha di certo restituito freschezza al mio aspetto da carampana dai facili costumi.

E poi fare la vanesia per andare al Lidl mi è costato caro. In primis un profondo senso di inadeguatezza mentre impellicciata scrutavo nel cesto delle offertissime. Secondo, un vago bruciore nella zona oculare per aver utilizzato i trucchi di un Cioè degli anni ’90. E terzo, un certo freddino agli arti inferiori per averli esposti a fine ottobre nudi come Sphynx (Se non sai cosa sia uno sphynx, ti basti pensare che si tratta dell’unico felino su cui si fa del body-shaming).

E comunque, tornando a noi beddo mio, ci sarebbe una lista veramente infinita di buoni motivi per non estrarsi i canini con le tenaglie per la disperazione. Il fatto che ora non mi venga in mente più nulla e stia già frugando nella cassetta degli attrezzi è un mero caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: