Sciacquati la bocca

Ma ehi amico mio … sbaglio o è un principio di calvizie quella che intravedo?

Guarda lo so, la quarantena è difficile per tutti, soprattutto per te che in questo momento stai urlando al tuo animale domestico di lasciarti i tuoi spazi.

Certo non voglio vantarmi del fatto che questo nuovo lifestyle si confà alla perfezione con il mio spirito ingordo di relax e bisogno di riposare la vista più volte al giorno e che per questo non ha di una piega modificato la mia routine che alcuni definirebbero un buon motivo per levarsi la vita. Però mi sento in dovere di farti sapere che questa quarantena mi sta scivolando addosso con la stessa grazia di una performer da night club.

Per il resto che dire…ti scrivo dal balcone di casa che alle ore 13 non è proprio il luogo consigliato dai dermatologi di tutto il mondo, durante la spesa settimanale sono stata rimproverata da una anziana per motivi noti solo alla stessa e ho appena intravisto il mio vicino di casa in mutande ma non ne ho tratto alcun piacere (giuro).

Passando agli argomenti adrenalinici (per cui scommetto che hai cominciato a seguire questo blog) ieri sera il mio amato concubino mi ha proposto una serata all’insegna dei giochi di società.

Tu, amico squisitissimo, se un pochino mi conosci probabilmente sai che detesto questo tipo di intrattenimento quasi più delle parigine che ritengo la mortificazione del corpo fatta a calza.

Ebbene, è circa da una settimana che il cowboy del mio cuore ogni sera viene a miagolarmi la sua richiesta, incurante delle male parole e delle offese gratuite sui suoi cari. Un’audacia che, però, non è passata inosservata ai miei occhi miopi e che per questo è stata premiata con il mio consenso.

E quindi ieri è successo. E sarebbe stata anche una attività piacevole, di quelle che rafforzano la coppia, se non fosse che, punto primo, ho perso più e più volte, accrescendo in me la consapevolezza che se mai dovessimo ritrovarci bloccati nel deserto non avrei alcun rimorso nel finire l’acqua anche della sua borraccia, e, punto due, i giochi in generale mi sbloccano un po´di tourette motivo per cui se mai sognassi un tête-à-tête di scala quaranta con la sottoscritta probabilmente dovresti assicurarti di non rimanerci troppo male se dovessi usare le tue insicurezze per farti del male.

E infatti, tra i tanti episodi che vorrei fossero citati al mio funerale, non dimenticherò mai la faccia sconvolta della sua amichetta che al calcetto di capodanno ho chiamato deliberatamente baldracca nella foga.

Ma il gioco e il gioco no? (oppure sono solo un mostro?)

Per fortuna il mio cuci cuci, Principe Eric, Patato e tante altre cose magnifiche che mi costringono alla monogamia, ormai si è fatto due strati di epidermide in più e quindi non si lascia scalfire da nessuno dei miei appellativi (o magari non li capisce quindi nel caso evviva le coppie miste).

Al contrario comincio a sospettare che sotto sotto apprezzi questa mia propensione all’insulto facile.

Se no non mi spiego proprio la sua critica nei confronti di uno dei miei ultimi acquisti risalente alla stagione dei saldi. Un esemplare di gonna in finta pelle marrone: un ibrido perfetto tra una fiera khaleesi e una allevatrice di leoni con la passione per il sadomaso. Insomma un sogno prêt-à-porter (come avrai intuito dalla descrizione).

E lui alla vista di tale mirabolante pezza indossata dalla partner, invece di chiamare subito la madre per ringraziarla di aver messo al mondo una dea con il corpo di Bella Hadid e il gusto di Miuccia Prada, ha osato dirmi che preferisce le gonne più lunghe e ariose. “Mi sembra ti vada anche un po´stretta” ha pure aggiunto mentre aprivo il gas e uscivo di soppiatto di casa ma solo dopo essermi accertata che nessuna finestra fosse rimasta aperta.

Quindi dimmi tu, caro lettore, se questa non è una sfida bella e buona…Come infilare un jeans nella zona t-shirt nell’armadio di Marie Kondo.

E già ti vedo, amico mio dolce, mentre con i pugni stretti mi inviti rabbioso a bruciare male all’inferno insieme a quella bruttura del valore commerciale di 9 euro e 90. E sinceramente capisco e apprezzo il tuo punto di vista (d’altronde siamo in una democrazia) ma ti prego abbassa quelle mani che mi spaventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: