12 mesi di noi

Ciao a te, amico mio, che già solo aprendo questo post meriteresti un’energica pacca sulla spalla. Se te lo stessi chiedendo, ebbene sì, sono di nuovo io, la tua globetrotter tratta Dresda – Gassino Torinese preferita, oggi nelle vesti di danzatrice a luci rosse con un paio di vertebre in meno

Ma prima di accingermi a raccontarti i miei crucci giornalieri, sono sicura ti farà piacere sapere che sto pasteggiando con un polaretto che se non sai cosa sia allora non hai mai urlato poooo-po-po-po-po-larettiiii e questo potrebbe seriamente compromettere la nostra amicizia.

In più il polaretto in questione dovrebbe essere al gusto fragola ma è arancione, motivo che mi porta a credere che ai piani alti qualcuno abbia sbagliato colorante. Quindi se proprio tu che mi leggi sei uno delle grandi teste dietro a questi magici sogni refrigerabili, well, per favore fai attenzione che qui sto cercando di illudermi di mangiare frutta.

Polaretto a parte, mi sento di dirti che questa settimana è stata ricca di sfide. Non a caso, proprio ora il mio sole, cuore, amore, meravigliosa creatura, pensiero stupendo e tante altre belle cose cantabili ha appena portato a casa una confezione di mortadella vegetariana facendomi girare i bulbi oculari al cielo. Dopo tutte le bestemmie di rimprovero penso di aver perso definitivamente il mio segnaposto in paradiso.

Bestemmie che in verità se ne stavano in sordina da ieri quando, passeggiando verso casa con la mia bff di poledance, mi è venuto in mente di dirle che ha una bella voce. Maledetta me e questa voglia di essere amabile. Morale della favola: me la sono dovuta sorbire per i 25 minuti di passeggiata rimanenti mentre mi cantava tutta la colonna sonora della sua vita.

E qua già ti intravedo mentre digrigni i denti e sussurri “stupida cretina scontrosa, sempre a giudicare male quando tu hai il filo spinato intorno all’anima”. E io, amico con problemi di gestione della rabbia, condividerei con te parola per parola se non fosse che il 97% della musica tedesca è cacofonia farcita di troppe consonanti e la perenne domanda “ma perché è arrabbiato?”. Quindi fatti due calcoli e dimmi tu se 25 minuti di karaoke da scontare non sono forse un po´troppi per chi non ha mai tagliato la gola a nessuno.

Altra felice scoperta di stamane è stata la nuova professoressa di spagnolo che, neanche il tempo di entrare in classe, ci ha informati senza giri di parole di aver avuto la diarrea per poi annunciare “Lo spagnolo parlato correttamente ha il brio”.

Io non so perché, ma nella mia carriera scolastica ho sempre incontrato personaggi dubbi. Mi basta pensare alla professoressa di filosofia con evidenti problemi di immaturità psicoaffettiva o a quella di italiano che parlava come Luca Giurato oppure, ancora, quello di storia che si credeva Kylie Jenner.

Eppure confido nell’esistenza di insegnanti che non abbiano bisogno di esorcismi per svolgere le loro faccende in pace. E comunque va bene così perché tanto tra un anno dovrei aver finito e quindi ciaone a tutti, anche alla professoressa con lo squaraus.

Sempre in tema cacate mi sento in dovere di menzionare i miei progressi nella magica arte della danza. Infatti se per te, amico mio, iniziare e finire una cosa è normale, per me è uno di quegli avvenimenti da appuntarsi per raccontarlo ai nipoti. Quindi capirai il mio orgoglio nel dire che ormai io e il palo festeggiamo quasi un anno di noi, il che solo a pensarci mi fa venir voglia di montare un bel video con “Fumo e Cenere” dei Finley in sottofondo e le scritte in comic sans che raccontano la nostra storia.

Annunci

Una risposta a "12 mesi di noi"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: