party in piscina e formulari da compilare vol. 2

Cosa mi spinge a ridere giuliva in questa gif magistralmente creata dalla sottoscritta? Bene, non lo so. Anche perché le premesse per accartocciarsi dalle risate non è che fossero a portata di mano sia per l’outfit non instagrammabile provvisto di caschetto antiestetico e pantaloncino quechua, sia perché io e l’altezza non siamo bff dai tempi in cui ho perso un canino cadendo da un muretto di pochi centimetri condannandomi a 13 anni di apparecchio e una magnifica dentatura cavallina. E invece eccomi qui, in un parco di arrampicata a giubilare in mezzo a giovani tedeschi in età da lattazione e dimenticando di poter essere potenzialmente la madre di tutti loro.

Quando la fanciullina scherzosa che è in me usciva fuori e si dimostrava una cretina (senza disattendere le aspettative di nessuno) era venerdì scorso, esattamente 24h prima della festa in piscina di cui ti ho parlato qualche giorno fa e che aspettavo con l’eccitazione di un adolescente che festeggia la maturità a Corfú.

Infatti dopo quel primordiale momento di sconcerto dovuto al formulario sul cibo, l’idea di poter raccontare ai miei nipoti che zia morgana è stata ad un pool party non mi dispiaceva affatto. E in effetti non è poi stato così male.

Certo, sono stata rimproverata perché ho scritto il mio nome a pennarello sul bicchiere di plastica invece di scriverlo su un pezzo di scotch di carta da applicare solo in un secondo momento sulla stoviglia prescelta, ma a parte ciò mi sono proprio divertita. Poco importa che questo weekend abbia piovuto e che non si sia visto un po´di sole neanche redarguendo chi di dovere perché quando si è circondati da un gruppo di tedeschi sconosciuti che comunicano con te solo per chiederti di passargli l’acqua lo spasso è all’ordine del giorno.

Particolarmente gradita è stata poi la partecipazione della bff del mio lui, squisita nel suo due pezzi rosso fiammante che ha acceso persino le mie di fantasie, e che ha rinvigorito quel poco di autostima che credevo di aver acquisito nell’ultimo mese facendomi esclamare ancora una volta e con sempre più convinzione “evviva le amicizie durature! Ancor meglio se dell’altro sesso!”. Anche il tentativo di emularla per guadagnarmi di diritto un posto sul trono di chi sa il fatto suo non è servito a nulla. E mentre mi tuffavo in una piscina sotto zero, tentando di diventare l’anima della festa e spruzzando un paio di partecipanti visibilmente infastiditi dalla mia improvvisa esuberanza, il mio cuore prima ancora di toccare la superficie era già una palla di ghiaccio e solitudine.

Ma vabbé, perché come dico sempre (e se non lo dico sicuramente lo penso) viva le esperienze nuove! Quelle che ti trascinano fuori casa per gettarti in tenda nel giardino di uno sconosciuto a festeggiare la vita e soprattutto a fare tutto ciò in religioso silenzio senza neanche l’accompagnamento di qualche hit estiva, manco un po´di Rosalia o Alvaro Soler a indorare la pillola.

Però una menzogna te l’ho detta, amico mio lettore. Effettivamente un contatto con i tedeschi l’ho avuto ed è stato precisamente verso le ore 22:48 quando un esemplare ha tentato di imbastire una conversazione con la sottoscritta circa il più e il meno. E stava andando tutto alla grande, eravamo arrivati alla domanda “tu cosa studi” quando l’arrivo della sua girl ha mandato tutto all’aria e infatti neanche il tempo di dire Squacquerone che i due stavano già limonandosi con una passione che nessuna categoria di pornhub ammetterebbe. E quindi nulla, il resto della serata l’ho passato a grattarmi la testa in un angolo mentre nella mia mente cercavo un po´di conforto immaginandomi con Shakira a farmi le unghie e a parlare di ragazzi. Ma non rimpiango nulla! Men che meno di non essere rimasta casa a finirmi di leggere “Io e Te, tre metri sopra il cielo” proprio quando Babi era in procinto di smollarla a quelle braccia rubate alla agricoltura di Step.

Per fortuna l’evento è proseguito fino al giorno successivo che, se possibile, è stato ancora piú divertente del primo. Io che ormai ero in un involucro vuoto ho solo presenziato al bancone del buffet riacquisendo tutti i centimetri di coscia che ero riuscita a perdere nell’ultimo anno e valutando fino a quanto effettivamente l’amore possa spingersi prima di mandarti in galera. Alle 16 purtroppo l’avventura è giunta al termine con mio grande cordoglio, proprio io che ero arrivata solo alla 23esima Nutellina (quelle nel pacco da 15g) e che, fuori di me, ero in procinto di concedermene una 24esima.

Ma il Supremo aveva in serbo per me l’ultima emozione del weekend perché in fondo se proprio voglio andarci in paradiso non posso certo stare in panciolle. Ed è cosí che tutto il viaggio di ritorno l’ho fatto in macchina con una coppia dolcissima che tentava di avere un rapporto completo nel sedile accanto al mio, mentre il mio cucciolone, Lui, detentore del mio cuore e della mia anima sedeva davanti con la scusa delle gambe lunghe che a tratti accorcerei a pugni sulle rotule dopo una richiesta di risarcimento per danni morali.

Nel complesso quindi mi è piaciuto. E se il fattore divertimento non fosse sufficiente a giustificare l’allegria, almeno ho imparato un sacco di lezioni come per esempio che se per partecipare ad un evento devi compilare un questionario forse è il caso di non spendere soldi per un bikini nuovo, oppure che se sei in vena di conversare ti conviene sempre rivolgerti a persone single limitando il pericolo che si accoppino davanti ai tuoi occhi senza avvertire e soprattutto senza invitare e, ancora, se vuoi fare la scroccona e tornare in macchina altrui prima dovresti accertarti di avere le gambe più lunghe di tutti e prenderti con la forza e con una punta di violenza il posto davanti. E con il senno di poi capisco che effettivamente venerdì avevo proprio ragione a ridere di gusto sospesa a metri di altezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: