Come gestire gli eventi mondani in famiglia salvando la faccia in società (i 5 trucchi del secolo)NO CLICKBAIT

Anche se per i miei gusti manca ancora tanto a Natale (quindi ne approfitto per incoraggiare i tedeschi a limitare il proliferare di mercatini e simili. O se proprio non ne vogliono fare a meno, invitarli a metterci, chessò, qualche banco dei cinesi che a me fanno sempre gola) ho deciso di darmi ancora una volta al sociale con una guida pratica e veloce in vista dell`evento mondano più atteso dell`anno.

Perché diciamoci la verità. Il Natale è, si, una festa gioiosa, d’amore, calorica e altre cose bellissime che non stiamo qui a sviscerare, ma è anche una delle celebrazioni più pericolose a livello sociale. Amici, che dire siamo nel 2018 e, volente o nolente, la tecnologia è alla portata di tutti. Ormai abbiamo tutti lo zio che mentre ti stai mangiando il pandoro a mo` di gabbianella ti propone un selfie, la nonna che fa le dirette su insta o la cugina di quinto grado da parte di mamma che è youtuber. Il pericolo di apparire sul web in una situazione imbarazzante è un rischio altissimo, un lusso che, se vogliamo rientrare in società il 26 dicembre, non possiamo più permetterci.

Purtroppo questa è una piaga che non possiamo eliminare alla radice (ricordo, infatti, che gli spargimenti di sangue non sono un’opzione eticamente accettabile) ma che possiamo abilmente gestire con alcuni trucchetti che ho pensato apposta per voi negli ultimi 7 minuti.

Maaa….chi sono io per scrivere nero su bianco verità sine qua non che agli occhi dei più potrebbero sembrare mere perdite di tempo? Please, Let me introduce myself… Il mio nome è Morgana Meli, 24 anni spesi alla grande, nata sotto il cielo del sagittario, estimatrice del rullo negli all you can eat. Chiaramente inseribile nella lista dei cosiddetti “Cervelli in fuga”, da un tot di anni combatto attraverso l`opzione “controlla tag” l`inserimento delle mie generalità nelle foto dove sembro uno dei marò su una qualsiasi piattaforma digitale. (Tentativo che non è servito a molto, non a caso vi parlo da un altro stato). Da un pochino la mia mission è proprio quella di evitare che qualcun`altro debba farsi lo stesso sbatti e che possa godersi il Natale senza perdere amicizie millenarie.

Quindi diamo a Cesare quel che è di Cesare e iniziamo: come gestire gli eventi mondani in famiglia salvando la faccia in società (i 5 trucchi del secolo)(leggere con falso interesse)

  1. Solo zone circoscritte

 Partecipare ad un evento mondano in famiglia, a differenza di quelli trascorsi in società, porta l`essere umano al cosiddetto “rilassamento”, una patologia che attacca il sistema del gusto spingendo l’individuo a compiere azioni deplorevoli tra le quali il desiderio di eleggere le Crocs a calzature da casa. Per evitare la fuorisciuta dalle 4 mura casalinghe di materiale scottante, senza però rinunciare alle proprie scabrosità, si consiglia di rimanere in una zona ben circoscritta dell’edificio avendo sempre cura di tenere sotto controllo qualsiasi apparecchiatura provvista della funzione fotocamera. Avvalersi della scusa “Aspetta zietta ti aiuto io in cucina!”, per mantenere la debita distanza tra sè e il resto della famiglia, non solo  permetterà di focalizzare la propria attenzione su un solo membro della dinastia alla volta ma nobiliterà la propria immagine agli occhi dei membri più anziani che potrebbero voler ripagare questo filantropico gesto con la cosiddetta “cacca del diavolo”.

  • Babysitting

Contando che il 70% dei nuovi nascituri possiede gia un account instagram (di maggior successo del mio) questa manovra potrebbe in alcuni casi portare solo impiccio. Per chi invece condivide il sangue con una generazione del restante 30% allora potrà attuare la manovra “babysitting” che consiste nell`avvicinare una creatura da poco in vita con false promesse (“ti presento babbo natale” “giochiamo con i lego” “da grande sarai ricco”) allontanando lui e la propria persona dal luogo contaminato. Avvertenza: questo trucchetto potrebbe non funzionare in mancanza di un infante (si potrebbe sostituire con un animale di piccola taglia ma non garantisco)

3. Ripagare con la stessa moneta

Senza esperienza pregressa, questa tecnica è un po`difficile da mettere in pratica ma comunque caldamente consigliata in caso di pericolo imminente. Si sviluppa così: nel momento in cui il parente burlone di turno decide di immortalare semplicemente impugnare la propria apparecchiatura telefonica, simulando film western anni `50, e rispondere al fuoco. Far cancellare lo scatto dal telefono del consanguineo minacciandolo di distruggergli la vita.

4.Fenomeni da baraccone

Se impossibilitati ad effettuare la terza manovra, perchè sprovvisti di telefonia e/o dei riflessi del mitico John Wayne, è possibile ripiegare sul quarto metodo che consiste nel ridicolizzare la propria immagine oltre al livello consentito per legge facendo vergognare il parente stesso di appartenere alla propria stirpe. Nel pacchetto fenomeno da baracca rientrano: gridare oscenità, gesticolare in modo improprio, minacciare la nonna di diventare vegano o, in casi estremi, ammettere di avere una canzone di Fred de Palma sull’ iPod.

5. Rovinare la serata a tutti

Attenzione! Procedere nella seguente maniera solo in casi gravissimi e non prima del dolce.
In caso di spalle al muro avvalersi dei cosiddetti scheletri nell`armadio che ogni famiglia custodisce gelosamente. Mentre la zia brandisce la videocamera, tirare fuori uno degli aneddoti a propria scelta, avendo cura di non rivangare memorie imbarazzati che vedono la propria persona come protagonista, e osservare le facce dei conviviali sfigurarsi dalla vergogna. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: