Discesa agli inferi -tratta da una storia vera.

Forse alcuni di voi non sanno (come non sapevo neanche io d’altronde, che se l´avessi saputo cor cazzo che ci venivo in Germania) che una delle più grandi passioni dei tedeschi in una fascia di età dai 3 ai 89 anni è la cosiddetta “Spieleabend”. Ecco, questo è un termine che va ad accorciare la sua vera definizione che vi riporto con fedeltà scientifica: “serata, boring, spesa male a casa di qualcuno a fare giochi da anziani, meglio se privi di accompagnamento alcoolico e/o di snack quali noccioline, cioccolatini, patatine e derivati, preferibilmente in 53mila in modo che il tuo turno non arrivi prima di due ore, giochi”. È un appuntamento solitamente settimanale, per i gruppi più uniti a volte bisettimanale, che si svolge dalle 19 fino a tot non precisato (perché come per definizione prevede n tendente a +infinito partecipanti quindi la durata di una partita oscilla tra le due ore e i due giorni). Insomma sai quando parti ma non sai quando e se ritorni (Nel dubbio non farti piani a lungo termine).

Ma se la durata complessiva non scoraggia, di certo lo fanno i giochi. Avete presente i nostri scopone e briscola? Magari. Gli ingredienti per il gioco perfetto in modello Spieleabend tedesca sono:

-uguale cosa ma noioso;

-le regole sono complicatissime e di solito non in numero inferiore a 50;

-meglio se a conoscere il suddetto gioco è solo uno dei componenti del gruppo in modo, non solo, da allungare il tutto con una spiegazione di due ore ma anche con il giro di prova che è un giro normale semplicemente giocato già con il presagio che finito questo ce ne sarà necessariamente un altro;

-chi ride infama la gang

-a seconda della composizione degli invitati varia il livello di tedesco. 100% tedeschi gioco dell`oca, 1% italiano e 99% tedesco taboo nella versione scientifica. (non mento)

Come accennato il tutto di svolge senza il consumo di alcun pasto o snack, proibite bevante, preferibilmente anche senza acqua. Se vai in bagno e arriva il tuo turno spera che nessuno ti mandi una maledizione cruciatus.

La ciliegina (senza torta) è quando la partita finisce, perché:

1)il vincitore non può neanche gongolare di gioia (vedi maledizione cruciatus);

2)tutti hanno già un piede nella fossa ma ci sarà sempre qualcuno (matematici e scienziati stanno ancora cercando di capire come sia possibile) che proporrà o un’altra partita o un` altra attività ludica della portata della prima;

3)nessuno avrà il coraggio di dire la verità ovvero VOGLIO TORNARE A CASAAA e vai con il secondo round.

 

Annunci

2 risposte a "Discesa agli inferi -tratta da una storia vera."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: